GEOGRAFIA

Share

Separata dalla Calabria a nord da un braccio di mare di 3 km, lo Stretto di Messina, e a sud dal Canale di Sicilia, di 140 km che la separa dalla Tunisia, in Africa. A nord si affaccia sul Mar Tirreno, ad est sullo Ionio e a sud ovest sul Mediterraneo.

Il territorio e’ prevalentemente collinare e montuoso, l’Etna con i suoi 3340 m e’ il piu’ grande vulcano attivo d’Europa.

Le poche zone pianeggianti si trovano lungo la costa, la fertile Conca d’Oro nella Piana di Palermo, la vasta Piana di Catania ai piedi dell’Etna e la Piana di Gela.

La Sicilia ha oltre 1000 km di coste molto varie, quelle tirreniche  sono per lo piu’ alte e frastagliate con penisole, come Milazzo, promontori, come Cefalu’ e golfi, quello di Castellamare, Palermo e Patti. Di fronte si trovano le isole Eolie di origine vulcanica, le maggiori Stromboli, Panarea, Lipari, e Salina. Le coste Ioniche sono invece alte e frastagliate tra Messina e il golfo di Catania, diventano basse e sabbiose verso i golfi di Augusto e Noto. Il litorale meridionale ha poche insenature e somiglia a quello africano. Nel Mediterraneo si trovano l’isola di Pantelleria e le isole Pelagie con Linosa e Lampedusa, il territorio piu’ a sud d’Italia, mentre ad ovest, di fronte Trapani si trovano le isole Egadi con Favignana.

I vulcani siciliani piu’ importanti sono l’Etna, lo Stromboli e Vulcano.

Hanno la particolarita’ di appartenere a tre tipologie differenti: eruzioni di lava basaltiche intervallate a periodi di calma per l’Etna; eruzioni continue e fontane di lava, il secondo per lo Stromboli e di tipo esplosivo per Vulcano.

Comments are closed.