Puglia

“Virum mihi, Camena, insece versutum.”    “Cantami, o Camena, l’eroe dalla multiforme scaltrezza.”

 

Odusia, frammenti, Livio Andronico

 

DATI AMMINISTRATIVI

Capoluogo  BARI

Lingue ufficiali  ITALIANO

Superficie 19.358 km q

Abitanti   4.091.259 (31-12-2010)

Densita’  211,35   ab/km q

Province BARI, BARLETTA-ANDRIA-TRANI, BRINDISI, FOGGIA, LECCE, TARANTO

Comuni 258

Regioni confinanti BASILICATA, CAMPANIA, MOLISE

Nome abitanti PUGLIESI

PIL (PPA) 54.044,0 min euro

PIL PROCAPITE (PPA) 13.163 euro

GEOGRAFIA

Puglia, dal nome Apulia, come la chiamavano i Romani, perche’ abitata dagli Apuli, e’ la regione piu’ ad est dell’Italia, protesa tra il Mare Adriatico e il Mar Ionio.  Da sempre ha costituito un ponte naturale con l’Oriente, dal canale di Otranto dista meno di 100 km dale coste dell’Albania. Confina ad est con il mar Adriatico, a ovest con il Molise, la Campania e la Basilicata ed a sud con il Mar Ionio. Immerso sullo sfondo di un mare di colore intenso, questa regione presenta un paesaggio vario, con le grotte carsiche tra le piu’ belle d’Europa, vasti altopiani, abissi e gole profonde chiamate gravine.

La maggior parte del territorio e’ pianeggiante, i monti occupano solo l’1% del territorio: la cima piu’ alta e’ il Monte Cornacchia, nell’ultima parte dell’Appennino Campano, mentre l’altra zona montuosa e’ il promontorio del Gargano, un massiccio che scende a strapiombo sul mare. Il Tavoliere, esteso per quasi 3.000 kmq, e’ la piu’ vasta pianura dell’Italia centro meridionale. Lungo le coste prende il nome di Terra di Bari, Terra d’Otranto e Tavoliere di Lecce. Nell’interno della regione si estende un altopiano carsico privo di vegetazione e corsi d’acqua: l’altopiano delle Murge.anche la Penisola Salentina, all’estremita’ della penisola, e’ un altopiano casico che precipita verso il mare con una costiera rocciosa che crea splendidi panorami, come quello di Santa Maria di Leuca.

Le coste sono molto estese e il rapporto con il mare e’ molto forte, poiche’ nessuna localita’ della regione dista dal mare piu’ di 75 km. si alternano tratti bassi e sabbiosi ad altri rocciosi, soprattutto nel promontorio del Gargano e nel Salentino.

IL CLIMA

Il clima e’ mediterraneo, caldo e asciutto, caratterizzato da piogge scarse, soprattutto nei mesi estivi. Nelle zone interne e sui rilievi del Gargano le precipitazioni sono piu’ frequenti.

 

SIMBOLI REGIONALI

Lo stemma della regione e’ costutuito da uno scudo sormontato da una corona federiciana dedicata a Federico II di Svevia. Lo scudo racchiude cinque cerchi che rappresentano le cinque province pugliesi, anche se oggi sono sei. Il corpo centrale e’ un ottagono con al centro un albero d’olivo, simbolo di pace e fratellanza, oltre che dell’olio extra vergine di oliva, una delle risorse piu’ importanti di questa terra. L’ottagono rappresenta Castel del Monte, costruzione di origine medievale tra le piu’ suggestive della regione. I colori dominanti sono oro, argento, rosso e azzurro mare.

 

LA LINGUA

I dialetti pugliesi sono tanti e molto diversi tra loro, ma possono essere classificati in due gruppi fondamentali: quello dei dialetti italiani meridionali e quello dei dialetti italiani meridionali estremi. A seconda delle aree hanno delle similitudini con i dialetti confinanti o che gli sono vicini, come il napoletano, il calabrese, l’abruzzese e il siciliano, ma anche con lingue diverse come il greco e lo slavo.

Il dialetto barese e’ sicuramente il piu’ conosciuto ma non bisogna  identificare il dialetto pugliese con il barese, e’ solo uno dei tanti della regione.

 

AGRICOLTURA

La Puglia e’ una delle regioni agricole piu’ importanti d’Italia. Il problema della mancanza d’acqua e’ stato risolto con la costruzione di importanti opere come l’acquedotto pugliese e laghi artificiali. Sono stati costruiti anche impianti di dissalazione per utilizzare le acque del mare.

Accanto alle tradizionali coltivazioni di grano e avena si sono sviluppati vigneti, uliveti e colture specializzate di prodotti ortofrutticoli, che vengono poi esportati nelle alter regioni.

 

INDUSTRIA

Nelle zone di Taranto e Bari si sono sviluppate l’industria siderurgica e petrolchimica. Negli ultimi anni sono nate molte piccole e medie industrie con tecnologie avanzate. In provincia di Bari e’ stata particolarmente attiva l’iniziativa imprenditoriale, e aziende nei settori dell’arredamento, calzature ed abbigliamento hanno raggiunto fama internazionale.

 

INFRASTRUTTURE

Il suo terreno pianeggiante ha sempre facilitato la Puglia nelle ccomunicazioni. All’epoca dei romani fu costruita la via Appia che, collegando Roma a Brindisi, permetteva facili collegamenti con la Grecia.

Sono numerose le strade che percorrono la Puglia: la Bologna-Taranto, autostrada A14 che corre lungo il mare, e la Napoli-Canosa, autostrada A16, che la collega alle coste tirreniche.

La rete ferroviaria e’ poco sviluppata, mentre il traffico marittimo si svolge nei porti di Bari e Brindisi, importanti per I collegamenti con l’Oriente, mentre quello di Taranto e’ una base militare oltre che un importante porto commerciale.

 

CULTURA E MONUMENTI

Le citta’ d’arte, i borghi e i numerosi reperti archeologici ereditati dai popoli che l’hanno anticamente abitata, rendono la Puglia una regione di grande interesse.

Tra i reperti preistorici famosi le specchie, antichi megalitici realizzati con enormi blocchi di pietra, I dolmen, tombe preistoriche e I menhir, megalitici monolitici eretti in eta’ della pietra. L’area della necrolpoli messapica, vicino Manduria, conserva tombe di varie epoche.

Egnazia, tra Monopoli e Fasano, e’ un interessante sito dove si possono ammirare le rovine di una antica citta’ fondata in eta’ del bronzo nel IV secolo a.C.

Canosa di Puglia e’ famosa per I suoi templi, mausolei, terme basiliche e necropolis di eta’ diverse e per la Cattedrale e il Mauselo Boemondo d’Altavilla dell’eta’ normanno-sveva.

Da non dimenticare I trulli di Alberobello, costruzioni coniche in pietra di origine preistorica, tipica abitazione Contadina.

Numerose sono le chiese costruite in secoli diversi, ognuna con il suo stile, rupestri di epoca medievale, romanico-pugliesi, gotico-angioine o barocche. Impossibili da elencare I numerosi castelli sparsi per tutta la regione.

SITI UNESCO

I siti UNESCO della regione Puglia sono i Trulli di Alberobello e il Castel del Monte di Andria, nominati entrambi nel 1996.