LA CUCINA

Share

La gastronomia triestina vede accostate ricette venete, austriache, slave, ebraiche e greche. Non è quindi raro trovare sulle tavole triestine piatti come il riso alla greca, il sanguinaccio alla boema o la costoletta alla viennese. Ma ogni zona ha la sua specialita’:

Cividale del Friuli

Cittadina di grande interesse gastronomico, con molte trattorie e osterie caratteristiche. Tra i piatti da assaggiare: muset con brovade (cotechino preparato in brodo), minestra di pasta, fagioli e cotiche, salame friulano aromatizzato all’aglio. Celebre la gubana, dolce di pasta sfoglia con noci, zibibbo, uvetta, pinoli cioccolato e altro.

Gorizia

Fra i piatti da assaggiare si segnalano: la classica minestra di orzo e fagioli, gli gnocchi di patate imbottiti con prugne secche, il risotto primaverile ricco di tutte le primizie degli orti goriziani, il classico gulasch ungherese, l’umido di carne di maiale e i sanguinacci (detti mulis).

Grado

A Grado si trova una cucina di pesce originale e interessante, in cui spiccano il brodetto alla gradese (preparato con tutti i pesci locali), il brodetto di seppioline, le seppioline ripiene e le seppie al tegame.

Trieste

Sapori, profumi e tradizioni della cucina triestina si fondono armonicamente facendo di esperienze e influenze austriache, ungheresi, ebraiche, slave e orientali, un amalgama di notevole interesse. Molto ricca è la varietà dei piatti agrodolci e notevole è l’uso delle spezie. Tra i piatti tradizionali, si ricordano i cevapcici (salsicce piccanti cotte alla griglia), le lasagne al papavero e i fagioli alla smolz.

Udine

La cucina di tutta la provincia udinese è caratterizzata dalla presenza del riso e dall’impiego di uova, farina, polenta e verdura. Piatti tipici sono: riso e fagioli, minestra di patate e fagioli, risotto con punte d’asparagi, bisna (polenta, fagioli e crauti), pasta e fagioli, cialzons (ravioli con erbe aromatiche), brovada (rape bianche) con cotechino, carré di maiale allo spiedo, cacciagione.

 

Comments are closed.