CULTURA E MONUMENTI

Share

La Campania e’ una regione ricca d’arte. Grazie ai popoli che vi hanno anticamente vissuto, ai sovrani attenti all’arte, come Carlo di Borbone, e ai numerosi artisti che vi sono nati e l’hanno abbellita, e hanno contribuito allo sviluppo artistico dell’intero Paese. Ma anche a tutti gli artisti, architetti, scultori e pittori che muovendosi verso la regione, e soprattutto verso Napoli, hanno lasciato il loro contributo artistico.

I siti archeologici risalgono dall’eta’ preistorica fino a quella romana.

Nella zona del casertano sono conservati resti archeologici importantissimi come l’anfiteatro campano di Capua, il primo anfiteatro romano e secondo per dimensioni solo al Colosseo.

Nell’area flegrea troviamo l’acquedotto romano del Serino, l’anfiteatro Flavio di Pozzuoli, la Piscina Mirabilis di Bacoli e gli scavi di Cuma.

A Napoli sono presenti un elevatissimo numero di siti archeologici, risalenti soprattutto all’epoca greca: Napoli sotterranea, un complesso di cunicoli scavati nel tufo sotto la citta’ utilizzati poi dai romani come acquedotto e durante la seconda guerra mondiale come rifugio; gli scavi di San Lorenzo; il delle Cimitero delle fontanelle; le catacombe di San Gennaro e quelle di San Gaudioso; i decumani di Napoli, impianto stradale greco ribattezzato dai romani come decumano superiore, maggiore ed inferiore.

Nell’area vesuviana di inestimabile valore sono gli scavi di Pompei. Rimasta intatta a causa dell’eruzione del Vesuvio,  Pompei e’ il sito piu’ visitato in Italia e tra i piu’ visitati al mondo. Sempre nell’area vesuviana vi sono gli scavi di Ercolano, Oplonti, Boscoreale e Castellammare di Stabia.

Risalente al periodo romano, e’ anche l’arco di Traiano che presenta  numerosi rilievi scultorei che rappresentano le gesta dell’imperatore.

Nell’area del Cilento troviamo i resti di Paestum, antica citta’ della Magna Grecia sacra a Poseidone.

La ricchezza architettonica della Campania e’ vastissima, vi sono opere che vanno dal gotico al rinascimento napoletano, dal barocco al classicismo.

Non e’ possibile elencare ogni singola chiesa o museo della Campania, ma tra le opere piu’ famose spiccano il Duomo di Amalfi, la Reggia di Caserta, la Cattedrale di Salerno e quella di Avellino, il Complesso Monumentale di Santa Sofia a Benevento, il Maschio Angioino e il Castel dell’Ovo a Napoli, e sempre nel capoluogo la Certosa di San Martino, la Chiesa del Gesu’ Nuovo e la Chiesa dei Gerolamini, la Basilica di San Francesco da Paola, il Teatro San Carlo e la Casina Vanvitelliana.

Comments are closed.